La Pasta da Rosticceria Siciliana, la conoscete?

Io ho imparato a farla dalle mie amiche palermitane… è un impasto molto usato in Sicilia per tutte le preparazioni da rosticceria, salate, ma spesso anche dolci. 

Queste le dosi per realizzare l’impasto:
1 kg farina 0
100 gr zucchero
100 gr strutto (per una versione vegan usare 90g di olio d’oliva)
30/35 gr sale
1 bustina di lievito di birra secco
400/430 gr acqua (dipende da quanto è umida la farina)

Consiglio di rispettare le quantità di zucchero e sale… è questo equilibrio che da’ alla pasta il sapore caratteristico.
Si impasta tutto insieme, io uso il Kenwood con il gancio, ma si può realizzare anche a mano. L’impasto va lavorato finchè si stacca dalle pareti dell’impastatrice, poi si passa sul piano di lavoro infarinato e si lavora ancora per pochi secondi, formando un panetto, che va lasciato lievitare fino al raddoppio. Per realizzare dei bocconcini da buffet, stendo la pasta col matterello, ad un’altezza di circa 5/7 mm. e ritaglio dei dischi del diametro di 6-7cm.
Ora possiamo sbizzarrirci col ripieno… possiamo usare dei cubetti di salumi e formaggi, una densa salsa di pomodoro e qualche cubetto di mozzarella, pezzetti di peperoni fritti e provola affumicata… 11132049_10205733641635496_1375367936_n
Metto del ripieno (parecchio) al centro della pasta (che ho spennellato precedentemente con uovo e latte mischiati insieme per favorire la chiusura), chiudo tutti i lembi di pasta cercando di dare una forma a “palla”, metto in teglia a lievitare (1 ora circa) spennellando di tanto in tanto con il latte e l’uovo. Cospargo di semini vari, per distinguere i sapori… sesamo, papavero, girasole, o anche un pizzico di origano.bocconcini1
Lascio lievitare ancora un po’ e poi in forno a 180°, fino a doratura.

Questi sono con i salumi e cosparsi di sesamobocconcini2

Con peperoni e provola, cosparsi di semi di papavero
bocconcini4

Con pomodoro e fiordilatte, cosparsi di origano
bocconcini3

Altri “pezzi” classici di rosticceria siciliana sono le Ravazzate, ripiene di un denso ragù di carne macinata e piselli, partendo però da un disco più grande, circa 10-12 cm.ravazzravazzate

Poi ci sono i Calzoni. Questi vanno chiusi a mezzaluna e la base del ripieno è una densa bechamelle alla quale va aggiunto, a piacere, il ripieno: prosciutto e mozzarella, spinaci, funghi, formaggi… praticamente la qualunque. I calzoni si possono friggere o cuocere al forno. D’estate si fanno anche le brioscine ripiene di parmigiana di melanzane, con tanto parmigiano!

Queste le immagini della preparazione dei vari “pezzi” di Rosticceria Siciliana durante una lezione della Pastry School.
Cercate altre ricette sul blog di Cinzia… Il forno Incantato

Seguimi anche su Facebook

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. cinzia ha detto:

    grazie cicci!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...